Cosa Vedere

Haus von Prukk



UN PO' DI STORIA

Già dall'Età del Bronzo l'altopiano di Luserna risulta abitato, come testimoniato dai resti di forni preistorici per la fusione del rame e dal rinvenimento di manufatti in campagne di scavo.
L'insediamento di popolazioni cimbre, però, ebbe luogo solo a partire dal 1200 con l'arrivo dalla Baviera e da alcune vallate tirolesi di coloni che Iniziarono a dissodare il territorio e a formarvi alcuni masi sparsi.
 
Le prime costruzioni furono realizzate secondo il sistema blockbau, vale a dire con travi sovrapposte ed incrociate, la copertura era in scandole (assicelle di larice) fermate da grosse pietre.
L'arrivo di nuove famiglie e l'aumento demografico imposero la costruzione di nuove case; nella costruzione delle abitazioni, il legno fu gradualmente sostituito dalla pietra e, a ridosso delle vecchie, ne vennero costruite di nuove.
Causa la mancanza di sabbia in loco e la povertà degli abitanti, fino alla prima metà del 1800 le case intonacate erano poche; caratteristica pertanto della casa di Luserna diventano i grossi muri in pietra calcarea a vista.
Le case erano generalmente costituite da un piano terra/seminterrato adibito a stalla e deposito attrezzi, un primo piano ad uso abitativo e il sotto tetto utilizzato per lo stoccaggio del fieno e derrate alimentari. Una scala esterna in pietra ben battuta, al termine della quale vi era generalmente un vero ne coperto in legno, permetteva l'accesso al primo piano.
    
 
LA CASA MUSEO "HAUS  VON PRÜKK"

La Casa museo "Haus von Prükk" è nata dal restauro conservativo di una antica abitazione che ha mantenuto inalterate nel tempo le sue caratteristiche di dimora contadina cimbra ottocentesca. Partendo da un edificio estremamente caratteristico ma ormai in degrado, per opera dell’Istituto Cimbro, è stata ristrutturata in tutti i suoi ambienti e nell' originario arredo quale memoria storica di una abitazione tipica di Luserna.
Situata in piazzetta C. Battisti/Pill, nel cuore storico del paese, la "Haus von Prükk" si sviluppa in due immobili distinti, sia per epoca di costruzione sia per tipologia, ed è strutturata rispettivamente su tre e quattro livelli.
L'immobile a nord risulta essere stato costruito attorno alla prima metà del 1800 attraverso due interventi: con il primo è stato realizzato il seminterrato (stalle e cantina) ed il primo piano, pochi anni dopo l'edificio è stato sopraelevato assumendo quasi integralmente la tipologia con cui si presenta oggi.
 
Le uniche azioni successive documentabili furono limitate ad un tamponamento parietale in legno del sottotetto, che nei primi anni del 1900 fu sostituito con una struttura in pietra, e al rifacimento del manto di copertura con lamiere di zinco, in sostituzione dell'originario in stele di larice distrutto nell'incendio del 1911.

Non è dato sapere con certezza la data di costruzione della casa a sud, presumibilmente realizzata nella prima metà del 1700; da ricerche di archivio si è potuto solamente appurare che l'edificio in oggetto, alla fine dell'Ottocento, presentava esteriormente le caratteristiche che l'intervento di recupero ha ripristinato.

La "Haus von Prükk" rappresenta uno strumento per la memoria storica della comunità locale: un museo della tradizione popolare ma anche luogo
vivo in cui nelle tiepide serate estive le storie del passato possono tornare a rivivere ed essere tramandate con la genuinità di un tempo. La "Haus von Prükk" vuole essere uno spaccato della vita tradizionale di Luserna.